NAPOLI BEACH SOCCER

L'ALTRA FACCIA DELL'AZZURRO - " Primavera" insolito pareggio, "C" torna Ragone - A cura di Roberto Pedone

PRIMAVERA: C'È SEMPRE UNA PRIMA VOLTA, RETI INVIOLATE

La formazione di Nino Catalano colleziona uno 0-0 ricco di emozioni. Al Green Sport arriva la Nocerina guidata da Ciro Ferrentino, al quale vanno i complimenti per l'ottimo lavoro svolto da quando è arrivato in terra molossa. Le squadre giocano bene, fanno divertire. Primo tempo chiuso sul un giusto parziale di pareggio, nella ripresa le azzurrine costruiscono tante occasioni ma non riescono a trovare la via del gol. Arriva, così, il primo pareggio stagionale, dopo le goleade alle quali la Primavera  ci ha abituato. Resta un dato importante : la fase allenante (soprattutto quella mentale) di un campionato passa di più attraverso un pareggio o una sconfitta, che non attraverso una vittoria. Appuntamento con i 3 punti rinviato alla settimana prossima! Grande soddisfazione, intanto, nella giornata di ieri per Casalino, Foczmaniak, Visco e Amodio. Le quattro atlete sono state convocate in prima squadra per la gara di Coppa Italia contro Pink Bari.

 

SERIE C : IMMERITATA SCONFITTA DI MISURA TRA RIMORSI E RIMPIANTI

In terra Picentina, la formazione di Mister Andrea Aquilino scende in campo con il consueto 4-4-2. Bastano 5 minuti ed alla prima ed unica distrazione il Pontecagnano infilza Pragliola con un inserimento fortunoso da rimessa laterale. Non c'e' nient'altro da raccontare se non un Napoli aggressivo, che non ha concesso quasi nulla se non due calci piazzati che Di Martino, stranamente, calcia male. Il Pontecagnano cerca di domare la furia, seppur a tratti rocambolesca, delle ragazze in azzurro, che ritrovano la lungodegente Ragone (esordio stagionale per lei). Nulla da recriminare, se non il mancato giusto piazzamento su quella "fatale" rimessa. Il rimpianto è quello di non aver messo la palla dentro, nonostante le molteplici chiare occasioni da rete create. Adesso testa e cuore alla prossima, in casa arrivano le streghe di Benevento.

 

UNDER 15: OASI INFELICE

L'Under 15 ospita alle ore 12:00 al solito campo Millenium di Agnano, la formazione dell'Oasi Giugliano. Match sottotono per le ragazze di Mister Doriana Irace. Tre tempi persi e nessun gol fatto. Inutile dire che si conoscono le potenzialità di questa squadra, ben evinte durante la prima delle tre frazioni di gara. Errori banali, soprattutto in fase difensiva, che portano ad uno svantaggio eccessivo. L'approccio del secondo e del terzo tempo hanno dato l'idea di rassegnazione, quando l'imperativo sappiamo essere: NON MOLLARE MAI! Tutto da rifare, sappiamo di cosa si è capaci! Forza ragazze!

 

UNDER 12: VITTORIA SOFFERTA E MERITATA

Se per "sofferta" si intende guadagnata "con le unghie", per questa volta cerchiamo di cambiare registro: in questo caso si va rifacendosi al significato letterale. Le ragazze di Mister Pedone "soffrono" le misure del campo, inferiori agli abituali standard, ma con esperienza conquistano la vittoria. Due tempi a casa ed uno in pareggio. Marcano ancora il tabellino Penna e Calabrò, mette la firma sul primo tempo anche La Marca. Chiude i conti al terzo tempo Pellecchia, che finalmente lascia "l'autografo"nei titoli di coda. Tre punti, dunque, ai danni della Pro Calcio, in un lunedì inusuale. Ma non importa il giorno. Si va, ovunque e comunque, provando a lasciare il segno. Detto, fatto, anche stavolta.

 

UNDER 10: CONTRO LA BELSITO, VINCE IL BEL-GIOCO

Nel pomeriggio del sabato, le piccole campionesse di casa Napoli si battono in una gara correttissima contro una compagine amica quale la Virtus Belsito. Dei tre tempi consueti, uno è portato a casa dalle piccole guerriere e due dagli altrettanto bravissimi maschietti della formazione avversaria. In grande spolvero De Florio che, oltre al grande gol, colleziona un palo ed una traversa su due rigori. Buone prestazioni per Pesce e Ferrillo. Solito apporto tecnico nel mezzo del campo da parte della piccola mancina Scaglione. Si divertono tra i pali a turno. Solita prova di carattere per il capitano più piccolo della società partenopea, Camilla Basile : 9 anni e tanta grinta. Batashova e Cafiero sempre pronte al lavoro per migliorare loro giorno dopo giorno. Crescono bene, crescono tanto, crescono col sorriso. La loro gioia si intravede nei loro occhi non appena sono in compagnia del loro migliore amico: un semplice pallone.

 


ROBERTO PEDONE - Riproduzione riservata