FUTSAL

Sandro Abate-Real San Giuseppe 4-2: cronaca, intervista, tabellino e foto

Cuore, grinta e dedizione non sono bastati al Real San Giuseppe per mettersi alle spalle quaranta giorni da incubo. La squadra di Andrea Centonze lotta su ogni palla, crea tanto ma esce sconfitta dal Pala Del Mauro contro un'ottima Sandro Abate Avellino che sale a sette punti in classifica.

SVANTAGGIO DI MISURA - Centonze recupera in extremis Follador e Pedrinho, Duarte va in panchina solo ad onor di firma mentre Elisandro è out: il transfer non è ancora arrivato. Fabiàn Lopez, dal proprio canto, ritrova per la prima volta Nicolodi ma deve rinunciare a Villalva per almeno due mesi. Pronti-via subito un'occasione per gli ospiti: Chimanguinho (con la numero 10, ndr) innesca Alex, bravo Thiago Perez. Al 2' passano in vantaggio i locali: errore in impostazione di Imparato, assist al bacio di Bagatini per Fantecele che non perdona Molitierno sotto porta: 1-0. La partita esplode: Kakà e Chima si rendono pericolosi, Portuga va ad un passo dal pari con morbidissimo lob. L'estremo difensore ex Meta deve fare gli straordinari su Pedrinho e Portuga. Alex e Nicolodi si rendono pericolosi su punizione e il primo tempo finisce 1-0.

PRIMA SCONFITTA - La ripresa riparte con gli stessi ritmi della prima frazione: il mancino di Chima fa la barba al palo, Molitierno dice di no a Dalcin. Il raddoppio della Sandro Abate arriva al 27': Nicolodi intercetta un passaggio di De Luca, salta il numero uno gialloblù e deposita la sfera in rete. Portuga salva sulla linea il 3-0 e il Real San Giuseppe accorcia con Imparato, bravo a sfruttare un filtrante del Diablo. Gli irpini si riportano subito sul doppio vantaggio con Fantecele che sfrutta una sponda di Kakà. Centonze si gioca la carta del power-play con Imparato: Thiago Perez è fortunato su Chima. L'estremo difensore brasiliano, ad un minuto dal termine, commette l'unico errore di giornata regalando palla a De Luca, Alex ringrazia ed accorcia le distanze, realizzando il suo primo gol in Italia. Ma l'ex Meta Catania si riscatta subito perché con un lancio sorprende Molitierno che si salva con l'ausilio della traversa, Crema a porta vuota fissa il punteggio sul 4-2 definitivo. Il Real San Giuseppe non perdeva dal maggio del 2019.

CENTONZE - "I miei ragazzi hanno giocato una partita discreta, abbiamo snaturato i nostri principi di gioco ma purtroppo nessuno può darci indietro questi mesi persi - il commento del tecnico Andrea Centonze al termine della sfida.- La Sandro Abate è una grande compagine ed ha fatto la sua partita. Ho rischiato Pedrinho e Follador che non avevano neanche un giorno di allenamento nelle gambe, ma ho risparmiato Duarte. Sono davvero orgoglioso di allenare questi giocatori: ora testa a martedì".

SANDRO ABATE AVELLINO-REAL SAN GIUSEPPE 4-2 (1-0 p.t.)


SANDRO ABATE AVELLINO: Perez, Bagatini, Fantecele, Kakà, Dalcin, Ercolessi, Lombardi, G. De Luca, Crema, Abate, Iandolo, Nicolodi, Vitiello, Preziuso. All. Lopez

REAL SAN GIUSEPPE: Molitierno, M. De Luca, Chimanguinho, Alex, Imparato, Mele, Follo, Duarte, Milucci, Napolitano, Follador, Guedes, Portuga, Montefalcone. All. Centonze

MARCATORI: 1'56'' p.t. Fantecele (SA), 7'55'' s.t. Nicolodi (SA), 12'15'' Imparato (RSG), 13'35'' Fantecele (SA), 18'39'' Alex (RSG), 19' Crema (SA)

AMMONITI: Guedes (RSG), Crema (SA), Chimanguinho (RSG), Duarte (RSG), Alex (RSG)

ARBITRI: Michele Bensi (Grosseto), Walter Suelotto (Bassano del Grappa) CRONO: Salvatore Minichini (Ercolano)



FONTE: Ufficio Stampa Real San Giuseppe 

Fotogallery